Werther: Le stagioni dell'anima

[ RASSEGNA STAMPA ]
"Ma la sorpresa aggiunta è stata quella di scoprire nella finora ignota Renata Lamanda, Carlotta, la voce di un eccellente soprano lirico spinto, con preziose ambrature in zona centrale e grave -tanto da far pensare al timbro di mezzosoprano- svettante in acuti di singolare bellezza e proiezione. Rimane un mistero che una voce simile non riesca a trovare spazio nell'attuale arido panorama internazionale.La sua è stata, dunque, una rivelazione autentica ed ha entusiasmato il pubblico".


[ torna alla pagina indice ]